Parlano di noi :
  Tel: +39 0694 8061 05

Il regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo

Dal 2004 i passeggeri europei godono di una particolare tutela sancita dal regolamento UE 261/2004 dove finalmente viene affermato con chiarezza che il negato imbarco, la cancellazione del volo o i ritardi prolungati sono causa di fastidi per i passeggeri e le compagnie aeree sono pertanto tenute a risarcire i passeggeri per i disagi subiti.

Il regolamento UE 261/2004 in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo
VERIFICA IN 2 MINUTI IL TUO POSSIBILE RISARCIMENTO

Chi rientra nell’ambito di tutela del regolamento EU in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo?

  • I passeggeri con biglietto valido e conferma della prenotazione
  • I passeggeri di voli in partenza dall’Unione europea oppure di voli operati da un vettore aereo con sede nell’UE e con destinazione all’interno dell’Unione europea

È irrilevante che i viaggiatori

  • abbiano prenotato un servizio tutto compreso
  • abbiano prenotato presso una compagnia low-cost
  • siano in viaggio di lavoro
  • siano minorenni (titolari di un biglietto proprio)
  • viaggino con biglietti gratuiti o a prezzi ridotti nell’ambito di un programma promozionale o di fidelizzazione

Il regolamento EU in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo non trova applicazione per:

  • passeggeri che viaggino gratuitamente o a una tariffa ridotta non accessibile, direttamente o indirettamente, al pubblico
  • passeggeri che non si presentino puntuali al check-in Normalmente i passeggeri dovrebbero presentarsi al check-in al più tardi entro 45 minuti dall’orario di partenza (Eccezione: cancellazione)

Perché esiste il regolamento in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo?

Il regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo è stato promulgato per tutelare i viaggiatori dai disagi derivanti da attese prolungate o da cancellazioni di voli che la compagnia aerea avrebbe potuto evitare. Il titolo per esteso del regolamento è: Regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato”. Con questo regolamento è stato tra l’altro istituito un sistema di compensazione come tutela di base per i passeggeri del trasporto aereo, che dovrebbe inoltre incentivare le compagnie aeree a evitare ritardi e cancellazioni.

Cosa stabilisce precisamente il regolamento in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo?

  • I tuoi diritti in caso di negato imbarco contro la tua volontà, cancellazione e ritardo del volo
  • I casi in cui ti spetta un risarcimento da 250 a 600 euro.
  • Quale assistenza la compagnia aerea deve erogare.
  • Quando, in caso di cancellazioni o ritardi prolungati, puoi annullare o cambiare la prenotazione del volo.
  • Le modalità con cui devi essere informato in merito alle cancellazioni e ai tuoi diritti.

Quando ottengo un risarcimento ai sensi del regolamento UE 261/2004?

In base al regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo, per avere diritto a un risarcimento il volo deve soddisfare alcuni requisiti. Il volo deve partire dall’Unione europea oppure la compagnia aerea deve avere sede nell’UE e il volo deve atterrare all’interno dell’Unione. Il volo oggetto del disservizio, inoltre, non può risalire a oltre 3 anni fa. Ai fini dell’applicabilità del regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri dei trasporti aerei è irrilevante che il volo rientri in un servizio tutto compreso o in un viaggio di lavoro.

In presenza delle condizioni sopra descritte, nei casi indicati di seguito hai diritto al risarcimento:

  • Ritardi: Il tuo volo raggiunge l’aeroporto di destinazione con 3 o più ore di ritardo
  • Cancellazioni: La compagnia di volo ti ha informato della cancellazione con un preavviso inferiore a 14 giorni
  • Overbooking: La compagnia aerea ha confermato troppe prenotazioni per il tuo volo e non c’è più posto a bordo.
  • Coincidenza persa: Raggiungi la destinazione finale del tuo viaggio con 3 o più ore di ritardo perché hai perso la coincidenza a causa di un ritardo più breve. Vale anche qualora i voli siano operati da diverse compagnie aeree e anche se la coincidenza si trova al di fuori dell’UE purché tutti i voli rientrino nella stessa prenotazione.

L’ammontare del risarcimento dipende dalla tratta di volo e non dal prezzo pagato per il biglietto:

  • Tratte brevi (fino a 1500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 250
  • Tratte medie (fino a 3500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 400
  • Tratte lunghe (oltre 3500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 600
Risarcimento in base alla tratta di volo

Le compagnie aeree sono tenute a informare i passeggeri in merito ai loro diritti

Le compagnie aeree devono informare esaustivamente i passeggeri in merito ai loro diritti, attraverso, per esempio, informazioni ai passeggeri durante il check-in, consegna di note informative scritte nei casi di ritardi e pubblicazione di sufficienti informazioni sul sito internet della compagnia aerea.

Il tribunale distrettuale di Berlino ha deliberato (sentenza dell’8 ottobre 2015, cron.: 52 O 102/15) – in via non definitiva, che la compagnia aerea Germania non può più informare in modo errato i propri clienti sui loro diritti in caso di ritardi prolungati o overbooking. In una brochure informativa pubblicata sul sito internet di Germania relativamente alla compensazione e assistenza in caso di overbooking, cancellazioni e ritardi prolungati, i diritti legali dei clienti venivano illustrati in modo ambiguo e parzialmente errato. Per esempio mancava completamente il riferimento alla possibilità di risarcimento da 250 a 600 euro. Non veniva menzionata nemmeno la possibilità di rimborso del costo del biglietto e di pretendere un volo di rientro all’aeroporto di partenza in caso di cancellazione di un volo.

Importante:

Anche se la compagnia aerea, come misura compensativa, ti ha già consegnato dei voucher, spesso di valore inferiore rispetto al risarcimento ai sensi del diritto europeo, hai comunque diritto al pagamento del risarcimento.

Come ricevo il risarcimento che mi spetta?

Affidati alla nostra esperienza e competenza. Per i non addetti ai lavori spesso ottenere il pagamento di un risarcimento è un’impresa impossibile. Molte compagnie aeree filtrano o ignorano i messaggi o prendono tempo e rappresentano i fatti in modo non veritiero per non dover erogare il risarcimento. In questi casi i passeggeri si trovano spesso isolati. Aiutiamo i passeggeri del trasporto aereo a vedere riconosciuti i propri diritti e a ricevere quanto gli spetta. Conosciamo le strategie e gli escamotage utilizzati dalle compagnie aeree e sappiamo quali argomentazioni e prove sono necessari per rivendicare un risarcimento con esito positivo: per questo a oggi siamo riusciti a conquistare già oltre 150 milioni di euro per i nostri clienti.

Utilizza subito il nostro calcolatore del risarcimento per una verifica gratuita relativa al tuo volo. Se hai diritto a un risarcimento, con un semplice clic puoi immediatamente affidarci l’incarico per esercitare i tuoi diritti.

VERIFICA IN 2 MINUTI IL TUO POSSIBILE RISARCIMENTO
Pasti, bevande e altri servizi di assistenza in aeroporto

Cosa mi spetta in aeroporto in caso di tempi di attesa prolungati?

Oltre ai possibili risarcimenti, in caso di ritardi prolungati i passeggeri hanno facoltà di ricevere l’assistenza a terra a opera della compagnia aerea. Il regolamento 261/2004 in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo stabilisce tale assistenza come segue:

  • Tratte brevi fino a 1500 km: per attese di 2 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e snack come pure l'accesso alla posta elettronica, fax e due telefonate
  • Tratte medie tra 1500 e 3500 km: per attese di 3 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e pasti oltre a due telefonate, accesso alla posta elettronica o fax
  • Tratte lunghe, oltre i 3500 km: per attese di 4 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e pasti oltre a due telefonate, accesso alla posta elettronica o fax

In caso di overbooking hai diritto immediatamente all’assistenza a terra descritta. Se a causa di un ritardo o di una cancellazione devi aspettare in aeroporto per più di 5 ore, hai diritto ad annullare il volo e a pretendere il rimborso dell’intero prezzo del biglietto. Se il tuo volo viene posticipato al giorno successivo, la compagnia aerea deve provvedere alla sistemazione in albergo per il pernottamento. Per maggiori informazioni consulta le sezioni Volo in ritardo e Volo cancellato del nostro sito internet.

Cosa si intende per “circostanze eccezionali”?

Se la compagnia aerea non è responsabile del ritardo aereo non è tenuta a erogare alcun risarcimento ai sensi del regolamento in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo. Questo vale per le cosiddette “circostanze eccezionali”, tra cui rientrano:

  • chiusure dell’aeroporto o dello spazio aereo
  • instabilità politica
  • rischi di sicurezza inevitabili
  • scioperi
  • volatili nel motore
  • maltempo

Unica eccezione: casi in cui la compagnia aerea avrebbe potuto evitare il problema. Per esempio, se la compagnia aerea non si è procurata sufficiente prodotto antigelo per l’arrivo dell’inverno, in determinate circostanze è responsabile del ritardo aereo, soprattutto se gli aeromobili di altre compagnie sono decollati regolarmente.

Come posso assicurare il mio prossimo volo?

Hai pianificato un volo aereo per il futuro e vuoi avere in anticipo la certezza di non perdere il risarcimento che eventualmente ti potesse spettare? Nessun problema! Puoi inserire i tuoi voli già in anticipo nel nostro calcolatore del risarcimento e noi penseremo ad avvisarti se sussistono diritti di risarcimento a tuo favore.

Checklist: I tuoi diritti in quanto passeggero del trasporto aereo

  • Potresti avere diritto a un risarcimento tra 250 e 600 euro se il tuo volo subisce un ritardo di 3 o più ore, viene cancellato o è oggetto di overbooking oppure se hai perso una coincidenza.
  • Dopo 2 ore di attesa in aeroporto hai già diritto a bevande e snack forniti dalla compagnia aerea.

Requisiti:

  • aver effettuato il check-in con puntualità (normalmente entro 45 minuti dalla partenza)
  • Il volo oggetto del disservizio non risale a più di 3 anni fa
  • La compagnia aerea è responsabile del disservizio. (Esempio: problema tecnico o personale in malattia)
  • Il tuo volo è partito dall’UE (qualsiasi compagnia aerea) oppure è atterrato nell’UE (compagnie aeree con sede nell’UE)
  • Il tipo di prenotazione, per esempio se si tratta di una prenotazione individuale, viaggio di lavoro oppure se rientra in un servizio tutto compreso, non inficia il tuo diritto al risarcimento.
Continua a scegliere il meglio