Diritti del passeggero in caso di negato imbarco - Flightright IT

Diritti del passeggero in caso di negato imbarco aereo

È una situazione in cui i viaggiatori aerei non vorrebbero mai trovarsi. Non possono prendere il loro volo perché la compagnia aerea non li accetta. Ciò significa che una vacanza tanto attesa o un importante incontro di lavoro possono rapidamente saltare senza che il passeggero possa fare nulla. Tuttavia, è possibile richiedere un risarcimento alla compagnia aerea.


Valutazione di Flightright GmbH


Cosa significa imbarco negato?

Se i passeggeri sono già al gate e possono esibire un biglietto valido e la compagnia aerea si rifiuta di farli volare con loro, si parla di imbarco negato. Inoltre, non devono esserci motivi giustificabili per non poter volare con voi. Alcuni esempi di imbarco negato Volo:

  • Troppi passeggeri a causa dell’overbooking
  • La compagnia aerea non fa salire il passeggero sull’aereo, anche se il volo è in corso.
  • Il passeggero è stato riprenotato su un altro volo.

Per avere diritto a un risarcimento, il negato imbarco deve avvenire contro la volontà del passeggero e con il suo consenso. Il prerequisito è che i passeggeri abbiano effettuato il check-in in tempo, che tutti i documenti di prenotazione fossero disponibili e che i passeggeri non rappresentassero alcun rischio per la sicurezza o la salute propria o di altri viaggiatori.

Imbarco volontario negato

Il negato imbarco volontario significa che la compagnia aerea cerca di trovare passeggeri su un determinato volo che siano disposti a essere riprenotati su un volo successivo o a rinunciare al volo in cambio di determinati benefici e vantaggi. È importante sapere che in questo caso i passeggeri aerei non hanno diritto a un risarcimento ai sensi del regolamento UE.

Negato imbarco involontario

Se la compagnia aerea non trova volontari che rinuncino al volo, seleziona arbitrariamente i passeggeri a cui viene negato l’imbarco e che non possono prendere il volo. Si parla di negato imbarco involontario quando ai passeggeri viene negato l’imbarco. In questo caso, i passeggeri hanno diritto a un risarcimento ai sensi del regolamento UE sui diritti dei passeggeri aerei. Inoltre, possono avere diritto a prestazioni e alla riprotezione o al rimborso del prezzo del biglietto.

Quali diritti ho in caso di negato imbarco?

  • Secondo il regolamento UE sui diritti dei passeggeri, i passeggeri interessati hanno diritto a un risarcimento compreso tra 250 e 600 euro.
  • Fornitura immediata di snack e bevande da parte della compagnia aerea
  • È possibile ottenere il rimborso del biglietto o richiedere un volo sostitutivo.
  • Indipendentemente dal prezzo del biglietto

Cosa posso fare se mi viene negato l’imbarco?

Se i passeggeri subiscono un negato imbarco, devono chiedere alla compagnia aerea di confermare per iscritto il motivo dell’overbooking. È inoltre consigliabile raccogliere le ricevute come prova, ad esempio dei pasti o dei buoni emessi. Chi viaggia in aereo dovrebbe anche insistere nel rifornirsi in aeroporto di snack e bevande.

Quando/come posso ottenere un risarcimento per l’imbarco negato?

Dal 2004, la normativa europea sui passeggeri aerei disciplina il risarcimento per l’overbooking con il Regolamento n. 261/2004. L’importo della compensazione si basa sulla durata del volo e non dipende dal prezzo originale del biglietto. I passeggeri possono presentare richieste di risarcimento retroattive per un massimo di 3 anni. Non importa se il volo faceva parte di un pacchetto vacanze o di una riunione di lavoro. Un volo deve rientrare nella normativa UE sui passeggeri aerei e deve partire dall’UE oppure deve atterrare nell’UE mentre la compagnia aerea ha sede nell’UE. Secondo il Regolamento UE sui diritti dei passeggeri, l’importo della compensazione è calcolato in base alla distanza del volo:

  • Breve distanza (fino a 1500 chilometri): Avete diritto a un risarcimento di 250 euro
  • Medio raggio (fino a 3500 chilometri): Avete diritto a un risarcimento di 400 euro
  • Lungo raggio (oltre 3500 chilometri): Avete diritto a un risarcimento di 600 euro

Quando/come posso ottenere il rimborso del biglietto per imbarco negato?

Se ai passeggeri è stato negato l’imbarco a causa dell’overbooking, possono decidere autonomamente se prendere un trasporto alternativo o farsi rimborsare l’intero prezzo del biglietto. Se la compagnia aerea non offre un’alternativa, i passeggeri possono prenotare autonomamente un nuovo volo. In seguito possono addebitare alla compagnia aerea il costo di questa operazione. Vi è stato negato l’imbarco e avete bisogno di aiuto per il rimborso o il risarcimento del biglietto? I nostri esperti di diritti dei passeggeri aerei saranno lieti di aiutarvi. Verificate subito le vostre richieste di risarcimento, gratuitamente.

A cosa ho diritto in base alle normative UE in caso di negato imbarco?

Se la compagnia aerea ha effettuato un volo in overbooking e quindi non può trasportare i passeggeri come previsto, i passeggeri hanno diritto a un risarcimento tra i 250 e i 600 euro in base al regolamento UE sui diritti dei passeggeri. Allo stesso tempo, in caso di overbooking, i passeggeri aerei hanno diritto ai servizi di ristorazione in aeroporto. Affinché il volo sia coperto dalla normativa europea sui passeggeri aerei e i passeggeri abbiano diritto a un risarcimento, il volo deve soddisfare una serie di requisiti.

Condizioni:

Avete fatto il check-in in tempo. (Normalmente fino a 45 minuti prima della partenza)

Il vostro volo problematico non risale a più di 3 anni fa

Il volo è decollato nell’UE (qualsiasi compagnia aerea) o è atterrato nell’UE (compagnie aeree con sede nell’UE).

Avete un biglietto valido e la conferma della prenotazione.

Il tipo di prenotazione, ad esempio prenotazione individuale, viaggio d’affari o pacchetto turistico, è irrilevante ai fini del diritto al risarcimento.

Per quanto tempo sono valide le richieste di risarcimento per imbarco negato?

Le richieste di risarcimento possono sussistere anche anni dopo il volo. In Germania, ad esempio, i passeggeri possono ancora chiedere un risarcimento 3 anni dopo il volo. Se i passeggeri sono stati colpiti da un ritardo o da una cancellazione del volo negli ultimi anni, devono verificare se hanno diritto a un risarcimento e l’importo che potrebbero ottenere.

Come può aiutarvi Flightright?

Avete preso un volo economico, ma ora la compagnia aerea sta ostacolando la vostra vacanza perché vi nega l’imbarco? Il vostro volo è in overbooking, in ritardo o cancellato? In qualità di esperti nel campo dei diritti dei passeggeri aerei, facciamo valere il vostro diritto al risarcimento contro la compagnia aerea! Verificate ora il vostro diritto al risarcimento!

I tuoi diritti:

Volo in ritardo
Volo cancellato
Negato imbarco aereo
Overbooking aereo
Sciopero
Maltempo
Diritti dei passeggeri
Risarcimento negato
Voli con scalo

Imbarco negato aereo su voli UE?

In base al regolamento UE sui diritti dei passeggeri, i passeggeri colpiti hanno diritto a un risarcimento compreso tra 250 e 600 euro

Torna in alto