Parlano di noi :
  Tel: +39 0694 8061 05

Ritardo aereo e cancellazioni per maltempo

Se forti tempeste, nebbia fitta o una nuvola di cenere rendono impossibile un volo (che diversamente sarebbe stato regolare) ai passeggeri non spetta alcun risarcimento. Ai sensi dell’articolo 5 paragrafo 3 del Regolamento (CE) n. 261/2004 il maltempo rientra tra le circostanze eccezionali, che la compagnia aerea non avrebbe potuto controllare o evitare, anche se “sono state adottate tutte le ragionevoli misure per evitare ritardi o cancellazioni” - così recita il regolamento europeo.

Ritardi aerei e cancellazioni dovuti al maltempo
VERIFICA IN 2 MINUTI IL TUO POSSIBILE RISARCIMENTO

Quando mi spetta un risarcimento in caso di maltempo?

  • Se altri voli partono regolarmente, forse anche il tuo volo sarebbe potuto decollare nonostante il maltempo
  • Il volo oggetto del disservizio non risale a più di 1,5 anni fa
  • aver effettuato il check-in con puntualità
  • Il tuo volo è partito dall’UE (qualsiasi compagnia aerea) oppure è atterrato nell’UE (compagnie aeree con sede nell’UE)
  • Hai raggiunto l’aeroporto di destinazione con 3 o più ore di ritardo

Cosa devo fare se il mio volo è in ritardo o viene cancellato a causa del maltempo?

  • Pretendi l’assistenza a terra
  • Fatti comunicare per iscritto dalla compagnia aerea il motivo della cancellazione
  • Verifica se gli altri voli riescono a decollare regolarmente
  • Calcola quanto ti spetta utilizzando il nostro calcolatore del risarcimento

Posso ricevere un risarcimento anche in caso di maltempo?

In linea di massima i passeggeri non ricevono alcun risarcimento in caso di forti ritardi o cancellazioni causa maltempo, in quanto si tratta di condizioni che nel regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo sono considerate circostanze eccezionali. In casi particolari, tuttavia, i passeggeri possono ricevere un risarcimento. In tal caso è determinante che il volo decolli da un aeroporto dell’Unione europea (a prescindere dalla compagnia aerea) o che atterri in un aeroporto dell’Unione (compagnia con sede nell’UE). Che il volo rientrasse in un viaggio di lavoro o in un servizio tutto compreso e il prezzo del biglietto sono irrilevanti al fine del risarcimento. Hai fino a 1,5 anni di tempo per far valere i tuoi diritti.

In quali casi non ricevo alcun risarcimento a causa del maltempo?

Il regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo esonera le compagnie aeree dall’obbligo di risarcimento in caso di circostanze eccezionali. Non viene tuttavia specificato cosa si intende esattamente per circostanze eccezionali. Nei casi seguenti, di norma, i passeggeri in caso di maltempo non hanno diritto a un risarcimento:

  • Nuvola di cenere: Una catastrofe naturale di questo tipo rientra tra le cause di forza maggiore. Il traffico aereo è compromesso ed è necessario emanare divieti di volo. La nuvola di cenere riduce la visibilità per i piloti e le particelle di cenere possono compromettere i sensori degli altimetri e dei tachimetri.
  • Condizioni meteo avverse: In caso di maltempo eccezionale, spesso gli aerei devono restare a terra o posticipare il decollo. Le condizioni meteo estreme come, per esempio, neve, tempesta, pioggia ghiacciata e nebbia sollevano la compagnia aerea dall’onere di risarcimento.
  • Fronte temporalesco: Il tribunale distrettuale di Darmstadt ha deliberato che non sussiste diritto a risarcimento anche nel caso in cui il volo precedente abbia dovuto praticare un atterraggio di emergenza a causa di un fronte temporalesco e il volo seguente ha pertanto subito un ritardo o è stato cancellato. (Tribunale di Darmstadt, sentenza del 6/11/2013 – 7 S 208/12)

A quanto ammonta il risarcimento?

Il tuo volo è in ritardo di 3 o più ore, è stato cancellato oppure ti è stato negato l’imbarco? In questi casi potrebbe spettarti un risarcimento ai sensi della normativa europea in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo.

L’ammontare del risarcimento viene determinato in base alla tratta di volo prevista:

  • Tratte brevi (fino a 1500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 250
  • Tratte medie (fino a 3500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 400
  • Tratte lunghe (oltre 3500 chilometri): Ti spetta un risarcimento di € 600
Risarcimento in base alla tratta di volo

La scusa “maltempo”

Quando si tratta di sicurezza la maggior parte dei passeggeri la pensa allo stesso modo: se le compagnie aeree non possono garantire la sicurezza del volo perché imperversa una bufera di neve o perché tirano forti venti di uragano, i passeggeri preferiscono restare a terra in attesa che il tempo migliori. In questo caso un ritardo viene accettato, anche se significa perdere eventuali coincidenze o appuntamenti. La sicurezza al primo posto! Anche il regolamento UE adotta questa linea e non prevede alcun risarcimento per i passeggeri in caso di circostanze eccezionali.

Purtroppo, tuttavia, le compagnie aeree abusano spesso di presunte condizioni meteo avverse per giustificare ritardi aerei o cancellazioni di voli. Un indizio in tale senso potrebbe essere rappresentato dal fatto che gli altri aerei decollano, mentre solo il tuo resta a terra. Quindi non è in vigore alcun blocco e l’aereo potrebbe partire. Tuttavia si tratta di una circostanza che deve essere comprovata. Flightright ha accesso alle banche dati dei voli, grazie alle quali è possibile capire con certezza quali voli sono partiti, in quale data e da quale aeroporto e quali non sono decollati. Questo semplifica enormemente l’ottenimento di eventuali risarcimenti.

Un’altra scusa che si sente spesso riguarda il mancato sghiacciamento. In passato spesso le compagnie aeree invocavano le circostanze eccezionali quando un volo veniva cancellato perché le temperature erano scese sotto lo zero e mancava l’antigelo. Per fortuna ormai vi sono diverse sentenze che imputano alla compagnia aerea la responsabilità per il mancato sghiacciamento. La compagnia aerea deve avere scorte sufficienti di antigelo e deve intervenire tempestivamente al fine di garantire la regolare operatività aerea. Spesso i ritardi dovuti al maltempo portano a un superamento dell’orario di lavoro del personale di volo e, di conseguenza, i voli vengono cancellati. Anche in questo caso non ci troviamo davanti a circostanze eccezionali e si ha diritto al risarcimento.

Posso ottenere un risarcimento?

Siamo in grado di verificarlo velocemente e in tutta semplicità. Basta inserire i dati del tuo volo nel nostro calcolatore del risarcimento. Analizziamo l’applicabilità del regolamento in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo, escludiamo eventuali circostanze eccezionali e ti forniamo subito una valutazione preliminare. Se risulta che hai diritto a un risarcimento puoi subito affidarci l’incarico con un semplice clic. Risparmiati le lunghe ed estenuanti controversie con la compagnia aerea. Sfrutta la nostra esperienza. Abbiamo già portato avanti con successo tante richieste di risarcimento per ritardi aerei, negato imbarco e cancellazioni ottenendo oltre 150 milioni di euro pagamento a favore dei nostri clienti.

Maltempo come scusa per ritardi aerei e cancellazioni

Cosa mi spetta in aeroporto in caso di tempi di attesa prolungati?

A prescindere dal fatto che il tuo volo sia in ritardo o sia stato cancellato per circostanze eccezionali o per altri motivi, la compagnia aerea deve sempre garantire un’adeguata assistenza in aeroporto. Se ti trovi bloccato in aeroporto, hai diritto ad assistenza gratuita, come pasti e bevande.

  • Tratte brevi fino a 1500 km: per attese di 2 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e snack come pure l'accesso alla posta elettronica, fax e due telefonate
  • Tratte medie tra 1500 e 3500 km: per attese di 3 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e pasti oltre a due telefonate, accesso alla posta elettronica o fax
  • Tratte lunghe, oltre i 3500 km: per attese di 4 o più ore o in caso di cancellazione ti spettano gratuitamente bevande e pasti oltre a due telefonate, accesso alla posta elettronica o fax

Se devi attendere in aeroporto più di 5 ore o se il tuo volo viene posticipato al giorno successivo, la compagnia aerea deve offrirti ulteriori servizi di assistenza. Per maggiori dettagli consulta la sezione Diritti dei passeggeri del nostro sito internet.

Come posso assicurare il mio prossimo volo?

Hai pianificato un volo aereo per il futuro e vuoi avere in anticipo la certezza di non perdere il risarcimento che eventualmente ti potesse spettare? Nessun problema! Puoi inserire i tuoi voli già in anticipo nel nostro calcolatore del risarcimento e noi penseremo ad avvisarti se sussistono diritti di risarcimento a tuo favore.

Checklist: In questi casi non ti spetta un risarcimento:

  • Il tuo volo non è potuto partire come previsto a causa del maltempo. Anche tutti gli altri voli non sono decollati a causa del tempo.
  • Sei arrivato all’aeroporto di destinazione con un ritardo inferiore alle 3 ore.
  • Non ti sei presentato al check-in con puntualità.
  • Il volo oggetto del disservizio risale a più di 3 anni fa.
  • Il tuo volo non rientra nell’ambito di applicazione del regolamento UE in materia di diritti dei passeggeri del trasporto aereo.
VERIFICA IN 2 MINUTI IL TUO POSSIBILE RISARCIMENTO
Continua a scegliere il meglio